Chissà perché si parla sempre della tavola di Natale e poco o niente di quella di Pasqua. E allora eccomi qui a dispensare qualche simpatico consiglio. Alcune regole valgono sempre, a prescindere dall’occasione: la tovaglia deve essere tutta bianca, magari di quelle ricamate dalla nonna, così come i tovaglioli. Quest’anno Pasqua cade subito dopo l’inizio della primavera: un tema perfetto!  E cosa non mancano in primavera? Ma i fiori!! Come prima cosa, disporremo come centrotavola un bel vaso di porcellana bianca pieno di tulipani rosa o gialli, ma mi raccomando: il vaso deve essere basso altrimenti ostruisce la conversazione e i fiori devono essere tagliati molto corti in modo da far uscire giusto un po’ di gambo. Simbolo della Pasqua sono le uova colorate, che disporremo a lato di ogni piatto come segnaposto e che avremo fatto rigorosamente noi! Vi dico come:  facendo bollire per  10-15 minuti le uova (già sode) in acqua e aceto con l’ingrediente per la colorazione che si preferisce. Per il giallo si aggiunge lo zafferano;  per il rosa scuro le  barbabietole,  o mirtilli; per il verde,  spinaci freschi;  per il blu,  cavolo rosso; per il  viola, succo d’uva;  per il marrone del caffè o the nero. Lasciatele raffreddare in questo liquido. L’intensità del colore dipenderà dalla quantità e dalla concentrazione dell’ingrediente colorante. Infine per lucidarle passate sul guscio un batuffolo imbevuto di olio; aggiungete un nastrino con il nome  e il gioco è fatto!  Sarebbe molto simpatico adagiarle su della paglietta verde. Altra idea è quella invece di utilizzare le uova colorate per la composizione di tanti piccoli centrotavola da mettere ai lati del vaso con i fiori. Tocco finale: strappate i petali di qualche tulipano e disponeteli qua e là su tutto il tavolo, magari aggiungendo anche dei fiorellini   di altro tipo, come le violette o le primule.  Su di una tavola come questa dei piatti verde pastello darebbero un tocco unico, ma anche bianchi andranno benissimo. Cosa manca? Ma gli ospiti! Arrivooo….  Buona Pasqua a tutti.